+39 0331 903540

chi siamo

isaf bus components

Storia

1964

Nasce a Mornago (Varese), per iniziativa di due coraggiosi imprenditori – Giuseppe Sessa e suo figlio Massimo – l’Industria Serrature Alzacristalli Finestre s.a.s., dalle cui lettere iniziali prende nome il marchio ISAF.
A dispetto delle difficoltà che presenta a quell’epoca l’economia generale, condizionata da un’atmosfera tutt’altro che propizia, i promotori dell’impresa danno prova di una perspicacia non comune: non solo nella scelta di un settore di attività nazionalmente poco servito – quello delle finestre e serrature indispensabili alle carrozze sia ferroviarie che per autobus – ma anche dove insediare l’iniziativa. Mornago si rivela infatti una località indovinatissima grazie alla manodopera disponibile – una tra le più qualificate non solo del Varesotto ma della stessa Lombardia.

Sono queste scelte felici a facilitare l’esordio della ISAF nel mondo industriale.
Il primo impegno degli iniziatori si concentra nel settore ferroviario avviando la produzione di tutti i tipi di serrature necessarie per le porte interne ed esterne delle carrozze, nonché la produzione di finestre. Contemporaneamente ci si preoccupò di dare una prima attendibile immagine della società e di creare una sufficiente base finanziaria da investire in tecnologia e qualità: caratteristiche che richiedono un’accurata selezione delle materie prime ed un’alta precisione dei trattamenti di finissaggio. Di pari passo debbono crescere e formarsi gli “uomini” della Società: primo fra questi emerge il progettista tecnico Massimo Sessa, il cui apporto favorisce in modo determinante la specializzazione della ISAF, dandole una decisa impronta quale industria di primissimo piano nella costruzione di finestre e serrature per carrozze ferroviarie.

1969

La produzione inizia ad abbracciare anche il settore delle finestre per autobus: finestre rivoluzionarie per quell’epoca, perché la tecnica e l’impiego degli stampati “DELRIN” sconvolge tutti i criteri economici di produzione posti in atto fino a quel momento.
È il periodo del pieno successo della ISAF, che con il suo originale prodotto raccoglie immediatamente soddisfazioni di mercato; soddisfazioni amareggiate solo dalla grave perdita del fondatore ed animatore della Società.

1971

Giuseppe Sessa, deceduto,  lascia al figlio Massimo la guida dell’impresa. Compito che viene da lui portato avanti seguendo deciso e imperterrito il cammino tracciato dal padre.

1973

Viene affiancata alla produzione di finestre per autobus la produzione di finestre e porte per Roulotte.

1978

Inizia la produzione di porte a libro automatiche per autobus realizzate con estruso unico (monolitico).
Il marchio ISAF è ormai noto e affermato sull’intero mercato nazionale; a tal punto di leadership che viene affidata all’azienda la licenza della società Bode-Wegmann (1978 – 1983) per la costruzione di porte automatiche a espulsione esterna, destinate agli autobus di Linea e Gran Turismo.

1982

la ISAF entra nel settore delle porte metropolitane, realizzando porte per le metropolitane di: Milano, Roma, Seattle, Meddelin, Il Cairo, etc… Il successo ottenuto supera ormai ogni aspettativa di mercato, al punto di rendere necessario l’ampliamento delle strutture fisse costruendo nuovi capannoni, installando nuovi impianti produttivi.
La ISAF realizza così in pieno la prospettiva di offrire al settore carrozzeria una serie completa di porte automatiche che risolvono a fondo tutti i problemi di costruzione e produzione delle carrozzerie stesse.

Le basi gettate a suo tempo sono ormai solidissime: l’obiettivo cui tende la Società non è più quello di “cosa” produrre ma di “come” produrre.

La ISAF viene ristrutturata secondo le più moderne tecniche manageriali, EDP, CAD, marketing, controllo ed organizzazione della produzione e qualità.

La gamma di prodotti ha ora una sua fisionomia ben definita:

Porte pneumatiche rototraslanti interne per Autobus da Città

Porte pneumatiche scorrevoli per Autobus di Linea

 

Porte pneumatiche rototraslanti esterne per Autobus da Gran Turismo

Porte elettriche rototraslanti esterne per Minibus

Alcune delle prime porte prodotte da isaf.

2014

Il 50 ° anniversario è caduto nel 2014, che non è stato vissuto come obiettivo, ma come un anno di riflessione gioiosa anche per ricordare e ringraziare le persone che hanno attraversato la storia dell’ISAF.
Il 50 ° è stato vissuto come obiettivo, ma come un anno di riflessione gioiosa anche per ricordare e ringraziare le persone che hanno attraversato la storia dell’ISAF.

2019

Nell’anno 2019, alla ricorrenza del 55° anniversario della ricorrenza del 55° anniversario della Isaf, è avvenuto un importante passaggio di consegne. Il Sig. Sessa, raggiunta l’età pensionabile, ha lasciato le redini e ceduto così il suo posto di Direttore Generale al suo diretto successore da sempre, il Sig. Turcatti Gianni.
Gianni Turcatti ha esordito in Isaf nel 1978 alla sola età di 14 anni e da allora non l’ha più lasciata. Egli ha lavorato per tutti questi anni fianco a fianco con il Sig. Sessa, affrontando tutti i passaggi critici o di crescita della Isaf.
Il posto di Direttore generale è più che meritato.

La storia del logo

Il logo caratterizza fin dagli inizi il prodotto ISAF, che ha seguito i prodotti nella loro evoluzione tecnologica assumendo nei vari periodi le linee grafiche più aderenti al momento, fino all’attuale moderna impostazione: